Ci sono, ci sono…

Mi raccomando, non perdetemi di vista!!! In questi giorni sto poltrendo. Anche noi scurz sentiamo il bisogno di ferie. E quando te ne stai a casa in panciolle anche la produzione di veleno diminuisce. Non è questione che a Natale sono tutti più buoni. A Natale sono tutti più pigri e imbottiti, farciti come dei tacchini. Questa è la verità. … Continua a leggere

assuefazione

Assuefazione. Si chiama così ed è la malattia di questi anni. Siamo abituati a tutto e la soglia di allarme ormai è altissima. Per fare breccia, catturare l’attenzione, per suscitare ammirazione o indignazione, bisogna superare quella soglia. Ed è sempre più difficile. Non è nemmeno un problema biellese: siamo troppo omogeneizzati per vivere un simile guaio autonomamente. Pronti con gli … Continua a leggere

chi c’è dietro

Qualcuno mi ha chiesto “chi c’è dietro la Sicer?” (vedi il post sulle idiozie dei nostri amministrratori). Il punto non è neanche sapere chi c’è dietro la Sicer. C’è qualche imprenditore che si fa gli affari suoi come meglio gli riesce. E siccome gli riesce anche bene acquista potere. Il punto è che ‘sta città del pettine torna a subire … Continua a leggere

minchiate trasversali

Aiuto! Qualcuno ci salvi! Ma chi? Chi? Chi ci può salvare da questa banda di pazzi trasversali che sta mettendo le basi per un Biellese sempre più simile a Gardaland? Voi che credete di poter cambiare le cose semplicemente con un voto: guardate. Biella è un test perfetto. Piglia uno, molla l’altro alla fine il risultato sempre quello é. CENTROSINISTRA: … Continua a leggere

Nuovo indizio per “cacciatori”

Torniamo alla caccia al tesoro. A quel tesoro di sindaco che si sta facendo gli affaracci suoi con il voto vostro. Riassunto delle puntate precedenti. Non è un sindaco di una città. Nel suo Comune si sta lavorando al piano regolatore. Una zona non edificabile è diventata edificabile come per magia. Ed ecco i nuovi indizi: se un’area diventa edificabile, … Continua a leggere

viva i marocchini

Una volta erano quelli che rigavano le macchine se non gli davi mille lire. Io a volte gliele davo e a volte no ma la macchina rigata non l’ho mai trovata. Inomma, ‘sti marocchini non c’era verso che me la rigassero. Ma si vede che altri avevano più la faccia da riga e loro si scatenavano. D’altra parte ad alcuni … Continua a leggere

scemenze

Per fare politica non è obbligatorio sparare coglionate. Ma indubbiamente aiuta. E se così è, allora Orazio Scanzio, il super presidente di questa provincia-fabbrica delle iniziative inutili, è il più grande politico di tutti i tempi. Lasciamola stare,la politica. Facciamo finta che uno non arriva a governare perché è di centrodiqua piuttosto che di centrodilà. Facciamo finta che i presidenti … Continua a leggere

Il codice di Pralungo

Che roba, ragazzi! Passano gli anni e improvvisamente crollano le mie sicurezze. Sono sempre stato un convinto non violento, un sostenitore del dialogo e della ragione. E adesso… Eccomi alla mia veneranda età a rimpiangere, anzi, a caldeggiare la riscoperta del “codice di Pralungo”. Per i non eruditi, dicesi “codice di Pralungo” la sintesi di norme e regole di convivenza … Continua a leggere